top of page

Galeazzo: i clienti diventano modelli per un giorno

Attraverso una sfilata di occhiali sole e vista con protagonista la propria clientela, il centro ottico palermitano prosegue il progetto, ideato da Angelica Pagnelli, che lo scorso aprile ha dato vita a una postazione, all’interno del punto vendita, dedicata alla bellezza e alla consulenza di immagine


Dal beauty corner a un vero e proprio fashion show (nella foto principale e in quella in basso): per la prima volta Ottica Galeazzo ha realizzato l’8 ottobre una sfilata, con la direzione artistica di Angelica Pagnelli. «Doveva essere l’evento per incarnare al meglio i valori e l’essenza dell’insegna – spiega a b2eyes TODAY la consulente di immagine – Sulla scia del lancio la scorsa primavera del beauty corner, abbiamo deciso di proseguire con il progetto Eye Couture, focalizzandoci sulla personalizzazione dell’occhiale: il titolare, Benedetto Galeazzo (nella foto sotto), è molto bravo in questo ambito, per cui abbiamo ideato un format, confermato anche per il prossimo anno, che vuole mettere in luce non solo tale abilità, ma anche altre che vanno al di là della sua professione».

Per “Galeazzo made in Italy”, questo il nome dell’evento, infatti, il titolare dell’omonimo centro ottico di Palermo ha tirato fuori la propria vena artistica: è anche un musicista, passione alla quale si è dedicato, prima di intraprendere l’attività di ottico, con grande assiduità e che ora esercita come hobby. «Per mettere in evidenza le soft skill di Galeazzo ho unito il suo amore per la musica al mondo dell’eyewear – aggiunge Pagnelli – Poiché è sostenitore dell’occhiale prodotto in Italia, realizzato con grandissima artigianalità, abbiamo riunito cinque aziende con tali caratteristiche, Blackfin, Vanni, Dandy’s, Germano Gambini e Kador, dando così vita a un appuntamento in cui protagonisti sono stati i clienti, dei veri e propri ambassador, di differenti generazioni: ognuno ha sfilato con una montatura da vista e una da sole».


Lo show si è svolto a Palermo presso lo Spazio Sintesi, gestito dall’architetto Rosa Vetrano. I modelli hanno calcato la passerella con gli abiti di una stilista locale, Marianna Dinieri, mentre la sfilata è stata condotta da Eliana Chiavetta, giornalista di alcune emittenti radiofoniche siciliane, insieme a Pagnelli.

Galeazzo, con la voce di Giovanna Savarino, che sta completando gli studi al Conservatorio, ha suonato un pezzo di entrata, insieme a un violoncellista, l’orchestrale Antonino Saladino. Ogni uscita dei modelli è stata accompagnata da brani italiani, allietando l’ottantina di persone presenti con un mini-concerto. «Gli ambassador sfilavano con la musica live – precisa al nostro quotidiano Galeazzo – Tra i brani, Forse sei tu di Elisa, Meraviglioso amore mio di Arisa, Io che amo solo te di Sergio Endrigo, Chiaro di luna di Jovanotti, Sally di Vasco Rossi, Una lunga storia d’amore di Gino Paoli»

L’evento si è concluso sulle note di Nel blu dipinto di blu e con i festeggiamenti di compleanno di Giuseppe Galeazzo, padre di Benedetto, 81 anni, che ha avviato l’insegna nel 1968.

F.T.


Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page